Solitudo. Concerto di Anais Drago, violino ed elettronica

Parco di Villa De Strens

Il 18 Giugno in occasione della Giornata Internazionale della musica che si celebra di li a pochi giorni, il 21 giugno si conclude MusicAttraverso 2022, la rassegna di musica e film musicali della Biblioteca e dell’Amministrazione comunale di Gazzada Schianno.

A concludere il ciclo sarà Anais Drago con il suo ultimo progetto musicale “Solitudo”, un percorso in solo che sorprende per la pluralità di voci, un elogio alla solitudine che si nutre di bellezza. Con questo suo ultimo progetto Anais Drago è stata premiata, ex equo con la batterista Francesca Remigi, dal mensile “MUSICA JAZZ” Top Jazz 2022 nella categoria miglior nuovo talento italiano.

Solitudo il titolo, solista lo strumento. Eppure, Anais, in questa nuova opera, sola non lo è mai veramente, neanche sul palco. Solitudo, infatti, è tutt’altro che un album e un concerto monocolore, ma stupisce, invece, per la moltitudine di suoni e la ricchezza armonica e melodica.

In parte rigorosa scienziata, in parte virtuosa incantatrice e dedita sacerdotessa, Anais Drago sembra essere intenta a estrarre, una alla volta, tutte le infinite potenziali voci del violino, come a volerne esaurire il repertorio antico, inventando poi nuove e ardite conformazioni, persino aliene alle nostre orecchie. Grazie all’uso sapiente di effetti, loop station e sovraincisioni, le corde del violino (sia elettrico che acustico) si moltiplicano fino a raggiungere volumi orchestrali.

Il materiale musicale trae spunti da testi letterari, ricordi o riflessioni sulla vita contemporanea. Legati saldamente uno all’altro, per quanto diversi tra loro, i brani rivelano anche le numerosissime influenze musicali di Anais, la quale annovera nel suo background esperienza di studio ed esecuzione di musica classica e barocca, folk, worldmusic, pop, progressive rock, fusion e infine il jazz.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito