La musica è un lavoro

Dopo il successo dei primi due week end musicali della rassegna “MusicAttraverso 2022”, organizzata dalla Biblioteca di Gazzada Schianno gli appuntamenti riprendono con un fine settimana in omaggio alla festa dei lavoratori ed in particolare ai lavoratori dello spettacolo.

Sabato 30 Aprile alle ore 21.00, presso la Sala Polivalente della Biblioteca di Gazzada Schianno si terrà la conferenza musicale dal titolo “La musica è un lavoro” con il musicologo Franco Fabbri, ex chitarrista, cantante e compositore negli Stormy Six, oggi docente di “Elementi di Economia dei Beni Musicali” presso l’Università degli Studi di Milano.

Non è mai stato facile far capire che la musica è un lavoro e non soltanto un hobby, ma i due anni di pandemia nei quali il settore musicale è stato messo in ginocchio, hanno riportato alla luce il tema della giusta considerazione da dare ad un settore fondamentale per la cultura del nostro paese. La musica si lega a doppio filo con il lavoro fin dalle sue origini: dall’invenzione dei primi strumenti musicali fino alla complessità delle società moderne il settore musicale è popolato da numerosi professionisti che generano lavoro e cultura.

Domenica 1° maggio, alle ore 17,30 nel parco di Villa de Strens (o in caso di pioggia presso il Teatro dell’oratorio id Schianno), si terrà il concerto di Banditaliana. Il quartetto composto da Riccardo Tesi all’organetto, Claudio Carboni al sax, Maurizio Geri alle chitarre e Gigi Biolcati alle prcussioni, nasce nel 1992 ed oggi costituisce uno dei gruppi italiani di World Music più noti a livello internazionale. Composizioni originali, virtuosismi strumentali, preziosi incastri ritmici rappresentano la cifra stilistica del gruppo che, con la sua musica senza frontiere in cui si fondono forme e riti della tradizione toscana, profumi mediterranei, improvvisazioni jazz e canzone d’autore, ha incantato le platee dei più importanti folk and world festival mondiali.

Sempre domenica 1° maggio prima e dopo il concerto di Banditaliana, sarà anche possibile visitare l’esposizione fotografica “L’Eclissi – L’uomo e il lavoro” di Claudio Farinone che con i suoi scatti raccolti nella fabbrica di Pietro Prosino a Grignasco, ci racconta il mondo del lavoro esplorando “la fabbrica” nella sua bellezza estetica celata dall’apparente durezza del lavoro, del rumore assordante, del caldo sprigionato dalle macchine.

Racconta Claudio Farinone: “Provo subito a rovesciarne la prospettiva e immagino quello spazio come una volta stellata. Avvicinandomi, appaiono e scompaiono con una ritmicità simile a una partitura musicale, le donne e gli uomini che ogni giorno ci lavorano con dedizione e l’attenzione massima che la catena produttiva richiede. Come strumenti d’orchestra, ognuno con una sua parte, ognuno indispensabile al risultato finale, anch’egli parte di un oggetto più grande. Ognuno dei protagonisti ha un movimento plastico e ordinato; si muove sapiente fino a eclissarsi tra le forme imponenti con cui dialoga durante la sua giornata lavorativa”.

Per informazioni: biblioteca@comune.gazzada-schianno.va.it

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito