Alberi e piante… perchè parlarne?

Premesso che non ho un giardino, ma mi piace riempire la casa e il terrazzo di piante, curarle e portare anche a casa dalle passeggiate o piantine o domande sulle piante, propongo questo tema agli amici della Biblioteca.

Cerco di riordinare le idee dopo l’incontro, forse non ricordo proprio tutto….
Lo scienziato Stefano Mancuso durante una trasmissione televisiva ha parlato di questi concetti: le piante abitano il nostro pianeta da 3 miliardi e 800 milioni di anni, l’uomo da circa 300.000 anni, quindi la capacità di sopravvivenza è diversa. Anche il funzionamento delle piante è diverso dal nostro, non hanno un corpo con organi fondamentali singolo o doppi, ma hanno distribuito su tutto il corpo le funzioni legate alla vita e quindi alla sopravvivenza. Non si muovono, eppure si spostano attraverso semi e radici dove occorre. Producono ossigeno. Sono loro che producono l’ossigeno a noi indispensabile, e assorbono tutto il CO2 che noi umani produciamo.

Stefano Mancuso La nazione delle piante Ed Laterza, molto chiaro e interessante. E vorrei
leggere anche l’ultimo L’incredibile viaggio delle piante.

Delle piante mi piace conoscere come nascono, da semi o talee , imparare il loro nome. Se non le conosco, cerco informazioni sulla rete , magari partendo dal colore dei fiori. Molto interessante è sapere anche quali frutti producono, anche le piante selvatiche.

Segnalo un libro: La mia cucina con le piante selvatiche di Meret Bissegger Edizioni Casagrande,Slow Food CH ricco di documentazioni fotografiche.

Se ci prende la curiosità di sapere come funzionano e crescono le varie parti di una pianta e come fare un compost possiamo consultare, sempre di Slow Food Editore, Katie Elzer Peter Il mio orto zero waste ci sono attività da fare anche con bambini. I bambini assorbono il mondo intorno a loro, se adeguatamente spiegato. Il mio nipotino, dopo aver piantato i semi della calendula, aver visto i fiori e nuovamente i semi, fa delle domande sui semi della mela.

Interessante anche Consigli per viandanti giardinieri di Emina Cevro Vukovic Nora Bertolotti, mi sono ritrovata in alcune vie di Milano con segnalazioni di alberi molto profumati.

Se poi il rapporto con gli alberi , o con il giardino , è per noi più affettivo che didattico, ci sono titoli quali:
Al giardino ancora non l’ ho detto Pia Pera Ed Ponte alle grazie dove si affaccia il tema della malattia e del fine vita
La donna degli alberi Lorenzo Marone Ed Feltrinelli da una fuga dalla città a una conoscenza di nuove persone
Adriana Bonavia Giorgetti Meditare dentro un platano Stampato in proprio, storia di un albero che non si rassegna al ceppo
Duccio Demetrio Di che giardino sei? Conoscersi attraverso un simbolo Ed Meltemi caratteristiche personologiche
Un altro libro curioso perché storico, oltre che scientifico, è L’isola della noce moscata: come
avventurieri, pirati e mercanti di spezie cambiarono la storia del mondo di Giles Milton ,Ed
Rizzoli

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito